menù Inserisci un annuncio

Vendevano scarpe Nike e Adidas contraffatte: sgominata banda marocchino-cinese

22 gennaio 2020 Mondo Ambulante

0 Commenti

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito, nella Capitale e in provincia di Catania, 8 misure restrittive della libertà personale nei confronti di un’associazione per delinquere finalizzata alla distribuzione e commercializzazione di calzature contraffatte.

Il sodalizio criminale, organizzato in forma imprenditoriale e gestito da soggetti di etnia cinese e marocchina, era solito importare calzature recanti noti marchi che, una volta superate le procedure di sdoganamento, venivano vendute al dettaglio in gran parte del territorio nazionale e all’estero, nella città di Valencia.

Le Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino, anche grazie al supporto della Policia Nacional spagnola, hanno sequestrato oltre 140.000 paia di scarpe usurpative di analoghi modelli prodotti da ADIDAS e NIKE, evitando, così, che l’illecita merce potesse invadere il mercato nazionale e quello iberico.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno permesso di fare piena luce sui ruoli dei singoli soggetti appartenenti alla filiera del falso e, anche attraverso intercettazioni telefoniche, pedinamenti e attività di osservazione, hanno consentito di ricostruire le attività fraudolente poste in essere dall’organizzazione, ramificata in tutta Italia.

Gli articoli sequestrati, qualora immessi in commercio, avrebbero fruttato agli indagati oltre due milioni di euro. L’Autorità Giudiziaria quindi ha disposto il sequestro “per equivalente” di beni mobili ed immobili nella disponibilità degli indagati (due appartamenti e svariati autoveicoli).

L’operazione, che ha visto la partecipazione di circa 40 Finanzieri, si inserisce nel più ampio dispositivo messo in campo dal Comando Provinciale di Roma ai fini del contrasto alla contraffazione dei marchi.

scarpe-adidas

  

Link sponsorizzati

  • Fiera di Vicoforte!

    Ambulanti in difficoltà dopo 143 giorni senza feste e fiere

    da on 17 luglio 2020 - 0 Commenti

    Lo scorso 15 luglio gli ambulanti della provincia di Bergamo aderenti all’associazione Fiva hanno inviato una lettera aperta a tutti i sindaci dei comuni della provincia affinchè venisse portata alla loro attenzione la situazione di grave difficoltà che stanno vivendo coloro i quali operano abitualmente in fiere e sagre che, come si sa, sono ormai […]

  • carabiniere-saluzzo

    Troppi assembramenti da un ambulante: sospesa l’attività

    da on 10 luglio 2020 - 0 Commenti

    A Serino (provincia di Avellino), i Carabinieri della locale Stazione Forestale, a seguito di controlli inerenti al commercio ambulante di prodotti alimentari e al rispetto delle normative vigenti circa l’emergenza sanitaria Covid-19, hanno elevato sanzioni amministrative per un totale di circa 1.000 euro.

  • fieramodena

    "Vogliamo lavorare, non annullate le fiere!"

    da on 5 agosto 2020 - 0 Commenti

    “Vogliamo lavorare, non annullate le fiere!” E’ il grido del sindacato degli ambulanti di Confesercenti della provincia di Arezzo che ha scritto di nuovo ai comuni della provincia perché permettano lo svolgimento delle fiere su area pubblica. Una prima lettera era partita a giugno, dopo l’emanazione delle linee guida da parte della regione, le stesse che avevano consentito la ripartenza […]

  • Vendo posto Mola di Bari, posto centrale e con profondita

    Violazione norme anti-Covid al mercato: 42 multe in 7 giorni

    da on 24 luglio 2020 - 0 Commenti

    Sono numeri pesanti quelli che emergono dall’attività svolta dalla Polizia locale di Bari che, negli ultimi sette giorni, hanno elevato 42 verbali ad altrettanti operatori dei mercati cittadini per violazioni alle misure emergenziali Covid-19, in particolar modo per l’uso scorretto della mascherina e degli igienizzanti e per il mancato rispetto delle distanze interpersonali.

  • FIERA MOSTRA MERCATO AD INGRESSO LIBERO PER I VISITATORI €550...

    "Aiutare i commercianti di fiere e sagre"

    da on 25 luglio 2020 - 0 Commenti

    Il presidente del consiglio regionale pugliese, Mario Loizzo, ha inviato una lettera al premier Giuseppe Conte ed ai ministri dell’economia e dello sviluppo Gualtieri e Patuanelli affinchè vengano prese in considerazione con urgenza le problematihe degli ambulanti fieristi, fermi ormai da mesi a causa delle misure anti-Covid.

Amici Facebook

REGISTRATORI DI CASSA