Navigation Inserisci un annuncio

Vendeva capi di abbigliamento griffati rubati, ambulante denunciato a Saluzzo (CN)

La merce era di una linea esclusiva per la stagione in corso, ma il prezzo non era proprio alla sua altezza. I Carabinieri della Stazione di Saluzzo (in provincia di Cuneo) hanno sequestrato, all’interno del centrale mercato cittadino, un centinaio di capi d’abbigliamento sospettati di essere di provenienza furtiva.

A loro ci sono arrivati con la precisa segnalazione dello stesso derubato, un imprenditore manifatturiero lombardo che, a giugno scorso, aveva subito un ingente furto d’abbigliamento griffato all’interno della sua azienda. Da qualche tempo gli stavano giungendo notizie dai titolari di negozi sparsi nel Nord Ovest, che avevano l’esclusiva dei suoi prodotti, secondo i quali i capi della stagione in corso venivano “svenduti” su alcuni banchi di noti mercati piemontesi. Non solo un indizio per risalire alla refurtiva, ma anche una forma di concorrenza sleale.

Avuto il sospetto che parte di quella merce si trovasse su un banco del mercato saluzzese, l’imprenditore derubato, dapprima si è recato sul posto e poi, una volta riscontrata la notizia, non ha avuto dubbi nel rivolgersi al locale comando dell’Arma. Da qui è scattata una discreta ma approfondita verifica che ha portato al sequestro dell’abbigliamento perché privo di riscontri oggettivi sulla legittima provenienza.

Il proprietario del banco si è giustificato sostenendo trattarsi di articoli provenienti da stock poi rivenduti a prezzi particolarmente vantaggiosi. Il prezzo applicato infatti, nonostante si trattasse di una linea d’abbigliamento appena prodotta per la stagione autunno-inverno 2016, era notevolmente più basso di quello previsto.
Il commerciante ambulante, un trentenne torinese, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cuneo per ricettazione, reato particolarmente grave perché punisce con pene da due a otto anni di reclusione chiunque acquista o commercia cose provenienti da delitto.

La merce sequestrata, del valore di duemila euro circa, è stata restituita al legittimo proprietario il quale si è dichiarato particolarmente soddisfatto, non tanto per il valore recuperato quanto per la possibilità di aver interrotto uno dei canali illeciti di distribuzione della refurtiva.

c.s.

  

Link sponsorizzati

  • MERCATO free

    Legge Bilancio, ambulanti pronti a scendere in piazza

    da on 18 ottobre 2019 - 0 Commenti

    Sono pronti a una grande mobilitazione collettiva i commercianti ambulanti di tutta Italia. Secondo quanto riferisce radiocolonna.it, il vicepresidente vicario dell’Associazione nazionale ambulanti, Angelo Pavoncello ha reso noto che “come Ana raccogliamo il grido d’allarme degli ambulanti di tutta l’Italia che sono giustamente allarmati per le imminenti norme fiscali che riguardano lo scontrino elettronico, l’obbligo […]

  • scontrini

    "Lotteria scontrini, si dovrà dare codice fiscale. Non sarà incentivo per chi non vuol essere tracciato"

    da on 23 ottobre 2019 - 0 Commenti

    “Alla Lotteria degli scontrini si dovrà fornire il codice fiscale. Non sarà incentivo per chi non vuole essere tracciato” parole e musica di Nicola Zarrella, presidente di Euroimprese Commercio che, secondo quanto riporta il sito web terzobinario.it rappresenta circa 20mila piccole e medie aziende, con una buona rappresentanza di ambulanti.

  • guardia-di-finanza

    Non emettono scontrino alla fiera: nei guai 3 ambulanti nel Senese

    da on 29 agosto 2019 - 0 Commenti

    Non hanno correttamente emesso lo scontrino e così sono finiti nei guai tre ambulanti che sono stati pizzicati dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena. Il fatto è avvenuto durante la “Fiera del Villeggiante” di Abbadia San Salvatore, evento estivo sempre molto atteso in zona.

  • napoli-merce-inquinamento

    Napoli, frutta e verdura esposte all’inquinamento: sequestrati 600 kg di merce ad ambulanti

    da on 24 settembre 2019 - 0 Commenti

    Napoli. Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia Locale di Napoli del Vomero hanno effettuato controlli ai venditori di frutta e verdura ed hanno sanzionato i veicoli in sosta vietata nel Rione Alto. Lo riportano fonti di stampa locale tra cui la testata giornalistica on line internapoli.it (da cui è tratta la fotografia) secondo cui sono […]

  • 100919 Fiva assessore Poggio

    Ambulanti piemontesi incontrano assessore commercio su Direttiva Bolkenstein

    da on 17 settembre 2019 - 0 Commenti

    Martedì 10 settembre il sindacato regionale FIVA (Federazione italiana venditori su area pubblica) aderente a Confcommercio, ha incontrato a Torino l’assessore regionale al Commercio, Vittoria Poggio, con lo scopo di fare il punto circa gli sviluppi inerenti la Direttiva Servizi (più nota come “Bolkestein” dal nome del suo estensore) e riguardanti il commercio ambulante.

L’EVENTO

Amici Facebook